Logo Jk Place Roma
 
Logo Jk Place Roma
Book Your Stay


	
Jk Place Roma
Antonello Venditti

Dopo lo straordinario concerto sold out all’Arena di Verona e il doppio sold out al Palalottomatica di Roma del 21 e 22 dicembre, ANTONELLO VENDITTI sarà live anche nel 2019 per celebrare “SOTTO IL SEGNO DEI PESCI”: a grandissima richiesta 7 nuove serate, tutte da vivere e da scoprire, nei più importanti palazzetti italiani per festeggiare i 40 anni di uno degli album più significativi che hanno fatto la storia della musica italiana.

Jk Place Roma
L'adolescente di Michelangelo

Per la prima volta, l'Adolescente di Michelangelo dall'Hermitage a Roma, ospitato dal nuovo spazio espositivo inaugurato dalla Fondazione Alda Fendi Esperimenti, nel cuore della città, in quello che è noto come Palazzo Rhinoceros. L'apertura al pubblico è dal 15 dicembre su prenotazione, tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00 con ingresso Gratuito. “L’Adolescente” di Michelangelo resterà fino al 10 marzo 2019. “Le visioni architettoniche fiorentine e romane” di Michelangelo fino al 13 dicembre.

Jk Place Roma
Rugantino

Per tutte le Feste di Natale il palco del Sistina accoglierà uno dei titoli storici dei padri fondatori del Sistina Garinei & Giovannini: RUGANTINO con le indimenticabili musiche del M° Armando Trovajoli. Finalmente il Sistina si riprende la propria tradizione riportando sul palco l’allestimento storico originale con le scene e i costumi di Giulio Coltellacci che hanno fatto gioire tre generazioni di romani e non solo. La versione che tornerà in scena per le Feste di Natale dei romani è l’unica straordinaria occasione di rivivere un grande classico nella sua integra confezione integra. Ma la grande sorpresa non finisce qui poiché ad interpretare la storica maschera romana sarà il Rugantino originale, il mattatore Enrico Montesano che, a quarant’anni esatti dal celebre debutto del 1978, torna a vestire questi panni con tutta la sua verve e la sua esperienza, sostenuto dal grande affetto del pubblico.

Jk Place Roma
Classico Pop

Una storia che nasce da una scoperta nel rione Monti a Roma - quella dell’atelier di Giovanni Trevisan (1735-1803), detto il Volpato – e che racconta gusti, forme e mode dell’antico, dall’età classica ai giorni nostri, passando per la stagione del Grand Tour, quando nasce il gusto per il souvenir. È questa la trama della mostra “Il classico si fa pop.Di scavi, copie e altri pasticci”, allestita in due delle sedi del Museo Nazionale Romano: Crypta Balbi e Palazzo Massimo. 
La rassegna - dal 14 dicembre 2018 al 7 aprile 2019 – è promossa dal Museo Nazionale Romano, diretto da Daniela Porro, con l’organizzazione di Electa, e ideata da Mirella Serlorenzi che l’ha curata con Marcello Barbanera e Antonio Pinelli.

Jk Place Roma
Mirkoeilcane

Mirkoeilcane da febbraio 2018 non si è mai fermato, un tour lungo quasi un anno nei Teatri della Penisola che ora arriva all'Auditorium Parco della Musica.
Mirkoeilcane si è aggiudicato la Targa Tenco 2018 nella sezione “Miglior Canzone Singola” con il brano “Stiamo tutti bene”, che ha già portato il cantautore romano a vincere ben cinque riconoscimenti – tra cui Premio della Critica “Mia Martini” – alla 68° edizione del Festival di Sanremo nella categoria “Nuove Proposte”.

Jk Place Roma
Le stanze di Ferenc

Le stanze di Ferenc è la mostra che presenta 14 proposte artistiche finalizzate a valorizzare l'appartamento che ha ospitato a Villa d’Este per lunghi soggiorni il musicista Franz Liszt (1811 – 1886), di cui si conserva uno studiolo, intimo e romantico, rivestito dell'originaria tappezzeria ottocentesca dal raffinato ramage floreale. Il progetto è in assoluto il primo in Italia ad indagare le potenzialità espressive della carta da parati nel XXI secolo, un medium ingiustamente ritenuto privo di appeal e secondario secondo il pregiudizio dei più, ma che ora torna all’attenzione in un contesto, quale quello estense, unico nel rappresentare l’essenza della bellezza e il suo senso del meraviglioso. 

Jk Place Roma
Il berretto a sonagli

Due parole…una commedia NATA e non SCRITTA, così Pirandello ha definito il suo “Berretto a Sonagli”. Su questo pensiero ho costruito la mia regia: viva e non scritta. Tutti gli attori in questo spettacolo hanno cercato di essere personaggi vivi e veri, più di noi che respiriamo, alternando pianto e riso durante tutto lo svolgimento del dramma.

DISCOVER ALL ACTIVITIES IN ROME

CONCERTS THEATRE MONUMENTS CULTURAL EVENTS EXTRA EVENTS CLUB EVENTS CINEMA WHATSUP EVENTS


BOOK
NOW